CGIL Serizi Uvl – Uffici vertenze e legali Inca Sol – orientamento lavoro Sunia
Modello 730/2022: tre settimane alla presentazione.

Manca ormai poco tempo alla scadenza della presentazione del modello 730/2022 fissata al 30 settembre 2022.

Ti ricordiamo che nel caso in cui tu abbia due certificazioni reddituali (CU2022), per esempio perché hai percepito, oltre al reddito di lavoro dipendente, anche il reddito di cassa integrazione potresti essere obbligato a presentare la dichiarazione dei redditi.

Se nel corso del 2021 hai sostenuto: spese mediche, medicinali, dispositivi medici, veterinarie, scolastiche, abbonamenti per il trasporto pubblico, ristrutturazione edilizia, risparmio energetico, Superbonus, mutuo, riscatto degli anni di laurea; oppure non hai usufruito in busta paga delle detrazioni per figli a carico, il modo più immediato per percepire il rimborso è quello di presentare un modello 730. 

Il consiglio migliore che possiamo darti è di controllare nei cassetti o nelle cartelline dove solitamente conservi le ricevute delle spese sostenute nel 2021 e di far valutare ad un operatore del servizio CAAF la convenienza o l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi.

Se, purtroppo, la persona per la quale devi presentare il modello 730/2022, è deceduta, ti ricordiamo che puoi presentare anche in questo caso il modello 730.

Per completezza d’informazione sappi che è possibile avvalersi dell’assistenza dei CAAF anche per presentare un modello Redditi PF, entro il 30 novembre 2022.

Se invece, per un motivo qualsiasi, non presenterai la dichiarazione dei redditi entro il 30 novembre 2022, potrai rimediare presentandola in ritardo entro i novanta giorni successivi (entro il 28.02.2023) pagando una sanzione per la tardiva presentazione, inoltre sanzioni e interessi sono dovuti anche nel caso in cui sussistano imposte a debito a fronte del tardivo versamento.