Coronavirus, il Caaf è vicino (solo un po' distante)

Continuano in modalità "tecnologiche" le attività dei Centri di assistenza fiscale, spostata al 6 aprile l'apertura della campagna per la compilazione del 730. Per qualsiasi richiesta, rivolgersi alle strutture della propria regione

La situazione emergenziale che stiamo vivendo impone grande responsabilità anche da parte nostra, per il ruolo e la funzione che svolgiamo e per la capillarità della nostra presenza sul territorio.

I Caf della Cgil hanno condiviso la scelta di tutti gli altri Centri di assistenza fiscale di non svolgere l'attività di dichiarazione dei redditi 730/2020 fino a venerdì 3 aprile (termine delle attuali misure restrittive), rinviando di fatto l'avvio della campagna almeno a lunedì 6 aprile.

Tale decisione non significa assolutamente la sospensione di qualsiasi attività svolta da parte nostra a favore dei cittadini, dei pensionati, delle lavoratrici e dei lavoratori, attività che continueremo a portare avanti almeno fino a quella data tramite tutti i mezzi tecnologici di comunicazione disponibili, nel pieno rispetto delle norme sanitarie, con particolare attenzione però alle vostre eventuali urgenze indifferibili.

Il nostro sito e i nostri social non sono strutturati per rispondere direttamente ai vostri quesiti, ma per qualsiasi richiesta potete rivolgervi ai Caaf Cgil della vostra regione, trovando i loro contatti all'indirizzo www.cafcgil.it/pagine/mappa

Avrete così modo di ottenere chiarimenti, risposte, assistenza sulle scadenze urgenti. Restiamo vicini, solo un po’ più distanti.