Ancora difficoltà sull'Isee, preoccupazione dei Caf

L'Inps non ha deliberato sugli impegni assunti con la Consulta nazionale, mentre il ministero del Lavoro finora non conferma la copertura economica promessa. Nuovamente a rischio le prestazioni dei Centri di assistenza fiscale

Nuove difficoltà per i Caf sull’Isee. “Nonostante gli impegni assunti dall’Inps – spiega una nota –  con la sottoscrizione di accordi con la Consulta dei Centri di assistenza fiscale, a oltre due mesi dall’intesa sulla convenzione Red e Invalidi civili e a due settimane da quella sull’Isee, che ha sbloccato il rischio della sospensione del servizio a partire dal 15 maggio, l’Inps non è stato ancora in grado di deliberare su testi già definiti nella riunione del Collegio di presidenza”.

La Consulta nazionale dei Caf esprime “grande preoccupazione per una vicenda che aveva e potrebbe avere ancora risvolti molto preoccupanti per i milioni di cittadini che nel corso dell’anno si affidano all’attività dei Centri di assistenza fiscale per ottenere le attestazioni Isee, utili ormai per accedere a innumerevoli prestazioni sociali e assistenziali”.

A ciò va aggiunto, continua la nota della Consulta nazionale, che “il ministero del Lavoro, più volte sollecitato, non ha ancora dato conferma di alcun impegno di copertura economica per permettere all’Inps di garantire, per tutto il 2017, lo svolgimento dell’attività in convenzione con i Caf, e non risultano emendamenti nella cosiddetta manovrina”. A questo punto, la Consulta si chiede “senza convenzioni formali e senza copertura economica, quale futuro si prospetti”, soprattutto cosa “si devono aspettare i milioni di cittadini e pensionati che hanno bisogno delle certificazioni Isee e Red per evitare di perdere i diritti e provvidenze sociali”.